Cisternino

Ricettazione di anabolizzanti: nei guai il titolare di una palestra

lunedì 16 luglio 2018
L'uomo deteneva 2 flaconi di compresse di sostanze anabolizzanti illegalmente importati dall’estero.

I carabinieri della Stazione di Cisternino al termine degli accertamenti, hanno denunciato in stato di libertà un uomo titolare di una palestra nella zona per ricettazione,  utilizzo di farmaci al fine di alterare le prestazioni agonistiche, nonché importazione di farmaci provenienti da paesi terzi senza la prevista autorizzazione. Infatti, nel corso di una perquisizione domiciliare è stato trovato in possesso di 2 flaconi contenenti compresse di sostanze anabolizzanti vietate. Le sostanze denominate “Zionlabs Sub zero T5” e “Stano Titan Healthcare", illegalmente importate dall’estero sono state  sottoposte a sequestro. 

A chi importa  medicinali o materie prime  farmacologicamente  attive in assenza di autorizzazione,  si applicano le stesse pene a cui soggiage il titolare dell’impresa  che inizia l’attività di produzione di medicinali o di materie farmacologicamente  attive senza munirsi  dell’autorizzazione. Sono le sanzioni penali dell’art.147 del decreto legislativo  n.219 del 24 aprile 2006, che puniscono  con l’arresto da 6 mesi ad un anno  e con l’ammenda da 10mila a 100mila euro.

Altri articoli di "Cisternino"
Cisternino
15/09/2020
Domani alle 16:00 le ditte esecutrici consegneranno la rinnovata struttura ...
Cisternino
29/05/2020
Sabato 30 maggio è in programma la chiusura come ...
Cisternino
23/04/2020
CISTERNINO - Nella prossima settimana la Casa della Salute ...